I migliori ostelli a Barcellona

Ostelli a Barcellona

Scrivi un commento per primo / di Alessandra Sanna / aggiornato: 12 Luglio 2018

0 Condivisioni

Barcellona è una delle mete più gettonate dai giovani, e non è difficile capire il perché: oltre ad offrire una variegata vita notturna, i costi degli alloggi sono economici rispetto ad altre grandi città europee e non.

Rispetto al passato, quando gli ostelli erano tutti situati intorno alle Ramblas e i clienti erano per la maggior parte ragazzi alla prima esperienza di viaggio, la situazione odierna è cambiata: il comune di Barcellona ha profuso grandi sforzi nel ridurre gli eccessi della fiesta catalana, cercando di puntare ad un turismo più sostenibile e responsabile.

Contemporaneamente la forte concorrenza, e l’arrivo del web 2.0, ha fatto uscire dal mercato le strutture più fatiscenti, e migliorato l’offerta generale, permettendo anche a realtà lontane dalle zone più turistiche di offrirsi come valide alternative. Oggi la maggior parte degli ostelli include nella propria offerta il wi-fi gratuito e camerate con spazi più ragionevoli, prevedendo la possibilità del check-in durante le 24 ore, e, in alcuni casi, l’offerta proposta è comparabile ad hotel di categoria superiore.

Infine, si può aggiungere un ulteriore vantaggio: in quasi tutte le reception, sempre più dipendenti parlano italiano.

A differenza di altri paesi, gli ostelli in Spagna tendono ad essere molto economici nel centro della città, a causa della concorrenza e dell’ampia offerta. Ostelli più economici tenderanno ad avere servizi più essenziali, con un prezzo che cresce a seconda del tipo di offerta, oppure se l’ostello è situato in un edificio storico.

Chi arriva durante l’estate potrebbe preferire un ostello in una zona più vicina alle spiagge, pur tenendo in conto che alcune strutture offrono la piscina o un solarium fra i propri servizi: in questo caso è consigliato prenotare con un certo anticipo.

Scegliere un ostello a Barcellona

La scelta di un ostello può influire sull’esito di un viaggio: essere vicini ai quartieri che s’intende frequentare costituisce sicuramente un buon risparmio, sia di denaro che di tempo, di conseguenza avere idee chiare sul cosa si vuole fare aiuta notevolmente nella scelta di una sistemazione adeguata alle proprie esigenze.

D’altro canto, Barcellona è una città dalle dimensioni tutto sommato ridotte, specie se comparata ad altre città come Londra o New York; per fare un esempio si può raggiungere la Plaça Reial (a circa metà altezza delle Rambles) in 30 minuti dal quartiere di Gràcia, situato a nord del centro, difficilmente quindi si può finire in un ostello davvero tagliato fuori dalla città.

L’area con la maggiore concentrazione di ostelli è quella delle Ramblas: è sicuramente il luogo di Barcellona che offre il respiro più internazionale; probabilmente lungo le Ramblas sarà più comune ascoltare per strada (o in ostello) gente che parla inglese, tedesco o italiano, che non spagnolo o catalano. La scelta è ottima dal punto di vista strategico: dalle Ramblas si può raggiungere facilmente qualunque altra destinazione del centro con passeggiate di pochi minuti, senza avere la necessità di prendere mezzi pubblici.

Un’altra zona interessante è il quartiere del Born. Chi decide di alloggiare tra i carrer del quartiere può raggiungere in pochi minuti il Barri Gótico, la Barceloneta e Poble Nou, oltre ad avere a disposizione le infinite possibilità offerte dal quartiere.

I backpackers provenienti dal nord, essenzialmente da Girona o dalla Francia, potrebbero avere un vantaggio aggiuntivo a scegliere un ostello nel quartiere, data la vicinanza del quartiere alla Estació del Norte, luogo di arrivo degli autobus provenienti da quelle località.

Una scelta diversa attende chi decide il quartiere di Gràcia come proprio alloggio. Rispetto agli altri quartieri della città, Gràcia mantiene un suo ritmo specifico, diverso dal resto della città, che ne ricorda le origini diverse dal resto di Barcellona. La feria de Gràcia, tenuta in agosto, rappresenta un evento maggiore del quartiere, per cui è necessario prenotare un alloggio con largo anticipo.

Chi arriva d’estate potrebbe considerare degli ostelli vicini alle spiagge, come ad esempio a Raval o a Poble Nou. Avere la spiaggia a pochi minuti di strada è l’ideale durante le giornate afose, quando camminare per la città potrebbe essere una sfida non facile da superare, con la possibità di alloggiare in zone ricche di eventi e ben collegate al resto della città.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.