Torre Bellesguard

Gaudí segreto: la Torre di Bellesguard

Scrivi un commento per primo / di Alessandra Sanna / aggiornato: 10 Ottobre 2017

77 Condivisioni

La Torre di Bellesguard è una delle opere meno conosciute di Antoni Gaudí a Barcellona, probabilmente perché si trova un po’ fuori mano rispetto alla più centrale Casa Battló o al Palau Güell; tuttavia merita certamente una visita.

Storia della Torre Bellesguard

Costruita fra il 1900 e il 1909 su incarico della famiglia Guilera – tuttora proprietaria – la Torre Bellesguard è in realtà una villa, costruita in una zona carica di storia. Il terreno dove sorge attualmente la villa è stata sede della residenza dell’ultimo Re di Barcellona, Martí I, fra il 1408 e il 1410, e resti del palazzo medievale e delle mura sono ancora visibili nei giardini della villa. Gaudí conosceva la storia della zona, e propose un progetto che fosse rispettoso della sua memoria storica, dando mostra dei suoi studi sul gotico catalano. Le soluzioni tecniche adottate sono a metà strada tra il neogotico e il modernismo, con un uso esteso di simboli e allusioni al passato.

La Torre è rimasta di proprietà della famiglia che ne ordinò la costruzione, ma è stata aperta al pubblico negli ultimi anni: è un monumento poco visitato in una zona dalla vista invidiabile – il nome Bellesguard non è casuale – e la visita permette di poter godere di un monumento di Gaudí senza la ressa eccessiva tipica di altri luoghi.

L’architettura della Torre di Bellesguard

Gaudí pensava che lo stile gotico medievale fosse imperfetto, o meglio irrisolto, e adottò soluzioni tecniche in grado di migliorarlo, in linea con le mode del tempo. L’applicazione delle superfici rigate consentì l’eliminazione dei contrafforti, dotando l’intera struttura di una forma slanciata e verticale, accentuato dalla torretta sul tetto e dalla riduzione delle merlature. L’architettura dell’edificio s’integra con l’ambiente circostante tramite l’uso come materiale di costruzione dell’ardesia del luogo, contribuendo a dare un aspetto molto naturale al congiunto.

L’interno si caratterizza da una grande luminosità, in contrapposizione con l’austerità dell’esterno, grazie ad un ampio numero di finestre in grado di sfruttare al meglio la luce esterna, sullo stesso modello del Colegio Teresiano, altra opera neogotica di Gaudí. L’uso delle volte catalane nei soffitti contribuisce a fornire un richiamo con la tradizione del gotico, oltre ad alcuni richiami simbolici specifici, come ad esempio la copertura della torretta con trencadís gialli e rossi, i colori della bandiera catalana. Molti dettagli arricchiscono i temi simbolici del luogo, come i mosaici esterni di Sugrañes, collaboratore di Gaudí.

Informazioni utili

La Torre e i giardini circostanti si possono visitare in un’ora circa. Alcuni vani dell’edificio sono accessibili soltanto con le scale. In zona, oltre al Tibidabo, si può raggiungere facilmente il CosmoCaixa, un museo delle scienze per i bambini, in pochi minuti a piedi, oppure proseguire fino al Monastero di Pedralbes, uno dei gioielli del gotico catalano.

Come arrivare alla Torre di Bellesguard

La Torre si trova in Carrer Bellesguard, 16, nel quartiere di Bonanova, ai piedi del Tibidabo: il modo più comodo per arrivare è con la metro, prendendo la linea 3 o la 5 fino alla fermata di Vall d’Hebron; una volta usciti dalla metro scendete lungo la strada fino alla fermata 1019 (Vall d’Hebron – Av. Jordà), e prendete l’autobus 60 (direzione Av. Esplugues), fino alla fermata di Rotonda de Bellesguard. Una volta scesi avete la Torre ad un minuto di camminata. In alternativa si può arrivare fino alla fermata della metro di Av. del Tibidabo, lungo la linea 7, e da lì proseguire a piedi per circa 15 minuti. Se viaggiate con il bus turístic, scendete alla fermata di Tibidabo lungo la linea azzurra.

Orari

La Torre apre dal martedì alla domenica, dalle 10:00 fino alle 15:00. Il monumento rimane chiuso l’1 e il 6 gennaio, il 25 e il 26 dicembre.

Biglietti

Il prezzo del biglietto intero (acquistalo dal sito ufficiale) è di 9 € e comprende l’audioguida: attualmente però non è disponibile in italiano; chi ha meno di 18 anni o più di 65 può pagare un biglietto ridotto dal costo di 7,20 €; lo stesso sconto è previsto per chi ha il carnet di sconti del bus turístic. I bambini con meno di 8 anni possono entrare gratuitamente. Esistono anche visite accompagnate da una guida, ogni sabato e domenica alle 11:00 in inglese, alle 12:00 in catalano e alle 13:15 in spagnolo. Il costo è di 16 € per gli adulti e 12,80 € a tariffa ridotta, i bambini fino a 8 anni non pagano nulla.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.