Museo dell'erotismo, Barcellona

Il museo dell’Erotismo

Scrivi un commento per primo / di Alessandra Sanna / aggiornato: 10 Ottobre 2017

26 Condivisioni

Poteva mancare a Barcellona un Museo dell’Erotismo? Il Museu de l’Erótica di Barcellona, o MEB, è situato nel mezzo della Rambla, quasi di fronte al mercato della Boquería. Il Museo offre un ampio percorso storico-culturale sull’influenza dell’erotismo sull’uomo dalla preistoria fino ad oggi, con materiale proveniente da diverse epoche e civiltà. Passeggiando per il museo si può vedere come la sessualità umana sia stata fonte d’ispirazione, rappresentata sia in modo esplicito che sottintesa, in funzione delle varie culture e codici di condotta nelle diverse società e momenti storici.

Una delle varie sale del Museo è dedicata all’arte erotica giapponese, con diverse stampe erotiche chiamate shunga, fonte d’ispirazione per i pittori impressionisti di fine ‘800 in Europa, e anche progenitrici degli attualissimi hentai manga. Un’altra sala invece è dedicata all’arte europea, con riproduzioni di quadri di Rubens, Velázquez, Goya o Klimt. Non poteva mancare una sezione dedicata ai Guinness dei primati, così come una dedicata al feticismo e al sadomasochismo.

Tra i materiali originali presentati c’è anche la collezione privata del re Alfonso XIII, l’ultimo re di Spagna prima della proclamazione della Repubblica e della successiva guerra civile spagnola, nonché bisnonno dell’attuale sovrano Felipe VI: si tratta di cortometraggi realizzati intorno al 1926 nel vicino Raval, caratterizzati da un’alta qualità di produzione, e possono essere considerati fra i primi video pornografici europei.

La collezione del museo in generale è interessante, certo, se siete stati in strutture simili ad Amsterdam o a Parigi, allora lasciate perdere, in quanto quello di Barcellona è poca cosa cosa in confronto a questi, tuttavia può valere la pena farci un salto per passare un’ora spensierata. Una critica da fare riguarda l’audioguida, non inclusa nel prezzo del biglietto, ma affittabile a parte: decisamente pretenzioso.

Informazioni utili

Uno dei vantaggi del museo è il suo orario d’apertura: chiudendo a mezzanotte, e vista la sua posizione molto centrale, è facile passarci dopo cena. Per visitare il Museo dell’Erotismo, considerate circa un’ora di tempo per fare le cose con calma. È possibile acquistare pacchetti speciali per addii al celibato o al nubilato.

Come arrivare al museo dell’erotismo

Il Museo dell’Erotismo si trova sulla Rambla, al numero 96 bis, a meno di 100 metri a nord della Boquería. Salendo verso Plaça de Catalunya lo trovate sul lato destro della strada. Arrivare al MEB è semplicissimo, si può scendere alla fermata di Liceu della linea 3 della metro. Se state utilizzando il Bus Turístic, la fermata più vicina è quella di Plaça de Catalunya.

Orari

Il MEB apre tutti i giorni dalle 10:00 fino a mezzanotte; il 24/12 l’apertura è ridotta dalle 10:00 alle 17:00, il primo gennaio dalle 12:00 fino a mezzanotte. Il 25 dicembre il museo rimane chiuso.

Biglietti

Acquista i biglietti sul sito ufficiale

Il costo per il biglietto normale è di 9 €, per pensionati e studenti è invece disponibile una riduzione di 1 €. I possessori del carnet di sconto del Bus Turístic hanno diritto ad uno sconto di 1 €, mentre lo sconto è di 2 € per chi ha la Barcelona Card. Sono disponibili delle audioguide in italiano, pagando 3 € aggiuntivi.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.