Mercato della Boqueria, Barcellona

Il mercato della Boqueria, Barcellona

Scrivi un commento per primo / di Alessandra Sanna / aggiornato: 20 Luglio 2018

306 Condivisioni

Il mercato del cibo al coperto più famoso della Spagna è la Boqueria di Barcellona!

Scopriamo tutto su questo luogo vivace, colorato ma soprattutto appetitoso.

Cos’è

È uno dei mercati più antichi della Spagna, chiamato anche Mercat San Josep: nato agli inizi del diciassettesimo secolo alle porte di Barcellona, cambiò sede nel 1836, posizionandosi all’incirca a metà de Las Ramblas, dove si trova ancora oggi (tra il Palazzo della Virreina e il Teatro Liceu).

Occupa più di 2500 metri quadrati e conta oltre 300 bancarelle che vendono frutta, verdura, pesce e carne – spesso organizzate in base alla sfumatura dei colori – e sono super-fotografate dai turisti! Non mancano i punti di ristoro, che sono una vera tentazione per il palato: dai bar, ai ristoranti alle friggitorie.

C’è sempre gente e uno spensierato vociare alla Boqueria. I venditori sono amichevoli e anche il loro aspetto mette allegria; per esempio fate caso, quando ci andrete, ai grembiuli merlettati delle commercianti di carne e pesce.

Fate però attenzione perché ci sono alcuni borseggiatori in circolazione: oltre a guardare il cibo, quindi, guardatevi le spalle!

Cosa significa Boqueria

Ci sono diverse ipotesi sull’etimologia del termine “Boqueria”.

Secondo qualcuno deriverebbe da carn de boc, cioè carne di montone, la tipologia di carne più venduta alla Boqueria.

Altri associano invece la parola al termine francese boucherie, che significa macelleria.

La spiegazione in assoluto più simpatica – quindi è quella a cui è bello credere – collega invece il nome alla parola badoqueria , che significa “a bocca aperta”: dato che dal mercato si accedeva alla città, si racconta che la sua bellezza lasciasse tutti a bocca aperta.

Perché andare

Per tante ragioni:

  • Per vivere un’esperienza gratificante dal punto di vista estetico (e olfattivo!);
  • Per fare la spesa accaparrandosi ottimi ingredienti con i quali preparare i propri pasti vacanzieri!

Infatti, soprattutto se alloggerete in appartamenti o in aparthotel dotati di cucina o angolo cottura, cucinare vi permetterà di risparmiare e sarà un piacere, perché vi farà sentire a casa pur essendo fuori casa.

Se poi, in generale, nella vita amate mettervi ai fornelli, considerate che tantissimi locali e ristoranti di Barcellona si riforniscono proprio alla Boqueria: se lo vorrete, avrete quindi occasione di cimentarvi anche voi in preparazioni gastronomiche da gourmet a “parità di condizioni”, utilizzando cioè gli stessi ingredienti adoperati da chef illustri.

Al contrario, se l’idea di cucinare non vi attira, ripiegate sulle altre mille possibilità che la città offre: paella, bocadillos, tapas, o quello che preferite. Barcellona con i suoi tanti punti di ristoro non vi lascerà certo digiuni.

  • Per cedere a deliziosi assaggi (i venditori ve ne proporranno tanti);
  • Per fare veri e propri pasti nei bar e ristoranti della Boqueria: in un paragrafo successivo vi daremo i nostri suggerimenti.

Cosa vedere nelle RamblasVai alla guida completa

Cosa comprare

Cosa comprare alla Boqueria
Uno stand con affettati

Fare un elenco generico parlandovi di carne, pesce, pane, frutta e succhi di frutta freschi, formaggi, suonerebbe asettico e non renderebbe bene l’idea.

Alla Boqueria, infatti, potete acquistare di tutto e di più: questo mercato è un vero e proprio regno del cibo, e il suo aspetto sembra un’opera creata da un eccentrico artista!

Vedrete frutta “classica” (venduta a prezzi stracciati) e colorata frutta esotica alternata a pesce vivo palpitante, molluschi, crostacei. E, ancora, noci, semi, formaggi, verdure comuni e verdure strambe, a volte inquietanti, per concludere con carni di ogni tipo: dalla selvaggina, alle carni rosse, al pollo allevato biologicamente.

Scegliete secondo i vostri gusti personali, possibilmente provando anche qualche cibo insolito, e non rinunciate a mangiare qualcosa anche in loco, in uno dei tanti punti di ristoro.

Chi vuole restare più leggero può ripiegare sull’acquisto di frutta tagliata o su un bel centrifugato di frutta.

Dove mangiare

È difficile mangiare male, alla Boqueria!

Ad ogni modo, secondo noi, quattro ristoranti rappresentano il top.

El Quim de La Boqueria

Un ristorante tipico dall’atmosfera altrettanto tipica, che offre un vasto menù.

Piatti a base di carne e pesce fresco (lo vedrete esposto sul banco), uova, gamberi, verdure, crocchette…  Per iniziare a farvi venire l’acquolina in bocca date un’occhiata al vasto menù.

Il personale è gentile ma anche abile! Lo spazio è infatti ristretto, eppure tutti riescono a destreggiarsi con i piccoli spazi a disposizione, tra pentole, padelle e piastre roventi, creando (involontariamente!) un piacevole spettacolo per gli avventori.

I prezzi sono medio-alti e dovrete avere la pazienza di fare un po’ di fila, dato che è un luogo  rinomato e che – purtroppo – non accetta prenotazioni, ma ne varrà di sicuro la pena, anche perché il servizio è veloce.

Il numero di stand è il 582.

Bar Ramblero

Quanto è accogliente e caratteristico questo bar-ristorante che si trova proprio all’ingresso dalla Boqueria: ci sono tanti sgabelli schierati vicino al bancone pronti a calamitare i clienti.

Dietro un’apparenza ospitale, la sostanza c’è: gli ingredienti sono trattati con una minima manipolazione in modo da non perdere la loro essenza, e la scelta è ampia.

Potete gustare carne, dal pollo al vitello, alla salsiccia di maiale iberica, oppure frittate, formaggi, tapas; il fiore all’occhiello è sicuramente rappresentato da pesci freschissimi, molluschi e crostacei.

Gamberoni, ostriche, cozze, vongole, bistecche di tonno, pesce fresco grigliato o fritto… Decidere cosa ordinare sarà un’ardua impresa.

Il servizio è rapido, i prezzi nella media, le porzioni abbondanti e il personale simpatico.

Numero di stand: 550.

Bar Quiosc Modern

Un chioschetto niente male: infatti, spesso bisogna fare la fila.

Propongono, esposto, del pesce freschissimo: il cliente lo può scegliere e lo staff gentilissimo e instancabile lo cucina sul momento, fritto oppure alla griglia.

C’è anche il polpo alla gallega, la carne (agnello compreso), delle appetitose crocchette di prosciutto e tapas varie che non dimenticherete.

Potete accompagnare il tutto con un’ottima sangria oppure con una birra freschissima.

Buono anche il rapporto qualità-prezzo.

Lo stand è il numero 364.

Bar Pinotxo

Questo bar è un antico locale – al mercato fin dal 1940! – che propone cucina catalana realizzata con prodotti del mercato, con preferenza assoluta per quelli  stagionali.

Offrono tapas semplici di carne e pesce, di ottima qualità e le loro specialità sono il pesce fresco, il Cap i pota (fatto con testa e zampe di vitello) e i calamari con fagioli di Santa Pau.

Ve lo consigliamo anche per la colazione: sanno fare un ottimo cappuccino e, per favore, fatevi del male (o del bene?) con il bombolone alla crema.

La stand è il numero 465.

Ecco per voi una mappa della Boqueria in cui abbiamo evidenziato i migliori ristoranti di cui vi abbiamo parlato: così li potrete trovare più facilmente.

Dove mangiare nelle RamblasVai alla guida completa

Informazioni utili

Dove si trova e come arrivare

Indirizzo: Rambla, 91

Fermata della metro: LICEU, sulla linea verde L3
Bus pubblico: linee 59, V13

Per chi arriva in auto, c’è un parcheggio vicino a La Rambla nel Barrio Gotico.

Orari

Aperto dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 20.30

Costo Ingresso

Gratuito

Alternativa: Mercado de Santa Caterina

Mercato di Santa Caterina, Barcellona
Mercato di Santa Caterina, Barcellona

Una volta visitata la Boqueria, il grandissimo ed emblematico mercato del cibo, non ha senso vederne altri a Barcellona? Niente affatto.

Merita, in particolare, una visita il Mercado de Santa Caterina, risultato della riqualificazione di un vecchio mercato rionale del 1845, avvenuta ad opera di illustri architetti e conclusa nel 2005.

Questo mercato ha una magnifica architettura in stile barcellonese, tutta da ammirare e da fotografare: in particolare colpisce la sua copertura, realizzata con ceramica ondulata multicolore su legno. E i colori sono ispirati a quelli della frutta e della verdura!

Questo luogo in breve tempo è diventato un’icona cittadina e ha ridato vita ad un intero quartiere di Barcellona, la Ribera.

Il mercato è situato nella Av. de Francesc Cambó, e anche qui troverete prodotti regionali di qualità: frutta, ortaggi, pesce, carne, salumi e fiori.

Ci sono anche degli ottimi ristoranti, meno affollati di quelli della Boqueria.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (2 voti, media: 3,00 su 5)
Loading...
    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.