Plaza de la vila-gràcia

Gràcia: alla scoperta del modernismo

Scrivi un commento per primo / di Alessandra Sanna / aggiornato: 17 Luglio 2018

58 Condivisioni

Questo percorso, forse meno turistico, ma non meno interessante, si estende per le stradine del quartiere di Gràcia.

Sebbene oggi sia uno dei quartieri più belli di Barcellona, un tempo Gràcia è stato un comune autonomo, annesso alla città alla fine del XIX secolo.

Nel quartiere ci si può addentrare per le sue viuzze, che le danno ancora l’aspetto di un paesino, e scoprire i vari angoli di architettura modernista sparsi al suo interno.

Il modernismo a Gràcia

Iniziamo il tragitto a Parc Güell, per poi entrare verso Gràcia da lì, scendendo fino a casa Fuster, vicino al Passeig de Gràcia.

Il percorso completo misura circa 4 km, ed è in lieve discesa, per cui può essere l’ideale approfittare di una giornata di sole per affittare una bici, pedalando senza particolare sforzo per i dolci declivi di Gràcia.

Se hai già visto il Parc Güell, o vuoi fare un percorso ridotto, puoi partire dalla stazione di Lesseps (linea 3), riducendo così il totale a 2,9 km, fino alla stazione Diagonal (linee 3 e 5), punto finale del percorso.

Cosa vedere a Gràcia

Parc Güell

Il Parc Güell fu progettato in origine da Antoni Gaudí come un nuovo quartiere esclusivo con 60 villini immersi nel verde. I risultati della vendita dei lotti furono pessimi e fu convertita col tempo in parco pubblico.

Puoi arrivare al Parc Güell dalle fermate della metropolitana di Lesseps o Vallcarca, entrambe sulla linea 3.

È da vedere certamente la grande piazza centrale, con il suo panorama privilegiato sulla città, incorniciata da un banco ondulato in trencadís, opera di M. Jujol.

Gaudí si occupò anche della disposizione di alberi e sentieri all’interno del grande giardino del parco, con gallerie porticate, fontane, colonne, tutto riadattato al contesto secondo la fervida immaginazione del famoso architetto catalano. Puoi leggere maggiori informazioni sul Parc Güell, con indicazioni su come arrivare, orari e costi d’ingresso, in questa pagina.

Visitare il Park GüellScopri tutte le info

Dall’uscita del Parco situata in Carrer d’Olot, scendi lungo l’Avenida Santuari Sant Josep de la Montaña fino alla fine, incrociando la Travessera de Dalt, seguila verso la destra, e arriverai a Plaça Lesseps, con Casa Ramos, la prossima fermata del nostro itinerario.

Casas Ramos

Casas Ramos è un altro gioiello dell’architettura modernista: progettato dall’architetto Jaume Torres nel 1906, è costituito da tre edifici separati, uniti da una sola facciata.

Il complesso si riconosce per il suo caratteristico colore giallo e per la forma originale delle facciate. Al suo interno inoltre, nel patio, è conservato un piccolo recinto modernista meraviglioso: il patio si trova all’angolo con il Carrer Mont-Roig, sul lato posteriore del complesso di case.

L’edificio ha una certa notorietà anche per essere stato usato come set cinematografico del film Tutto su mia madre, di Pedro Almodóvar.

Da Plaça Lesseps ora incamminati verso il Carrer Grand de Gràcia: è facilmente riconoscibile, in quanto si tratta di una strada graziosa, piena di bar, negozi e ristoranti. Percorri il Carrer in direzione del mare fino ad incrociare sulla destra il Carrer Carolines.

Casa Vicens

Casa Vicens Barcellona
Casa Vicens Barcellona

In Carrer Carolines, al numero 74, troverai una delle prime opere importanti di Antoni Gaudí, Casa Vicens.

In origine si trattava di una villetta estiva, all’epoca fuori dalla città. La casa fu un incarico del fabbricante di ceramiche Manuel Vicens, che voleva, oltre a costruire la propria dimora, fare pubblicità alle possibilità costruttive dei prodotti che vendeva, ossia gli azulejos.

La costruzione della casa iniziò nel 1883, e terminò 5 anni più tardi. I riferimenti ai desideri del proprietario sono costanti, e si manifestano con l’ampio uso di azulejos verdi e bianchi, impiegati per coprire buona parte di 3 lati della casa.

Gaudí unì questi materiali al semplice mattone rosso, successivamente arricchiti con applicazioni in gesso, pitture decorative e un abilissimo lavoro artigianale di legno e ferro battuto. La forma della casa s’ispira all’arte asiatica.

Il cancello d’ingresso è costruito interamente in ferro battuto, con delle curiose forme a foglia di margallón, una palma autoctona della Catalogna, qui rappresentata con un’autentica opera d’arte.

Le influenze mudejar in questo edificio sono messe in risalto nella camera chiamata el fumadero, dominata da un soffitto mudejar in gesso colorato, e dalla complessa decorazione floreale. Casa Vicens è uno degli edifici modernisti più interessanti di Barcellona, purtroppo l’interno non è visitabile in quanto attualmente è proprietà privata.

Torna di nuovo sul Gran de Gràcia, prosegui in direzione del mare fino ad incontrare la strada più modernista di tutto il quartiere: la Rambla del Prat.

La Rambla del Prat

La Rambla del Prat è la strada con più esempi modernisti nel quartiere di Gràcia, con un buon numero di realizzazioni residenziali. La strada attuale sorge su una zona che era rimasta rurale fino al 1890, urbanizzata in seguito alla crescita della città a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Sulla Rambla del Prat sorsero anche i primi negozi del quartiere, facendone così il nucleo della vita sociale dell’epoca.

Fra i numerosi esempi di architettura presenti lungo la Rambla del Prat, il Cinema Bosc è senza dubbio il più importante: un antico teatro riconvertito in cinema nel 1905, nel pieno dell’esplosione modernista, con decorazioni di Pau Gargallo. Fra i vari personaggi rappresentati, c’è anche Pablo Picasso, amico dello scultore.

Al numero 21 invece puoi osservare le Case Joan Fatjó: progettate nel 1904 da Domènec Boada i Piera, si presentano come della abitazioni con i piani superiori riccamente decorati con motivi floreali.

Tornando in Gran de Gràcia, quasi di fronte puoi trovare il Carrer de Astúries. Percorrila fino alla fine fino a raggiungere una delle piazzette più caratteristiche del quartiere: Plaça del Diamant.

Dalla Plaça imbocca il Carrer de l’Or, dove si trova un’altra attrazione modernista del quartiere: Casa Rubinat.

Opera realizzata dall’architetto Francesc Berenguer nel 1909, si riconosce per i suoi balconi in ferro battuto, e per la sua facciata decorata con forme naturali bianche su un fondo rossiccio, dandole un aspetto molto originale.

Da Carrer de l’Or puoi proseguire svoltando in Carrer de Torrijos, prosegui fino al numero 14 dove puoi osservare un’altra opera dello stesso architetto Berenguer.

Mercat de la Llibertat e Casa Fuster

Casa Fuster
Casa Fuster

Torna indietro al Carrer Gran de Gràcia, e scendi fino ad incrociare il Carrer del Cigne, prendilo e prosegui fino a Plaça de la Llibertat, sede dell’omonimo mercato.

Il Mercat de la Llibertat è ancora oggi uno dei più grandi del quartiere, e da solo meriterebbe una escursione in mattinata per lasciarsi coinvolgere dalla ricchezza dei profumi e dei sapori, oltre che per visitare la vitalissima area circostante.

Gli amanti del modernismo potranno inoltre ammirare vari elementi incorporati nella copertura in ferro del mercato, specialmente sulla facciata, opera di Francesc Berenguer i Mestre e Miquel Pascual i Tintorer. Nel mercato inoltre sono presenti alcuni bar dove servono tapas, dai prezzi molto accessibili.

Esci dal mercato, torna nel Carrer Gran de Gràcia, e prosegui scendendo verso il mare, fino ad arrivare ai Jardinets de Gràcia.

Davanti all’ingresso puoi osservare l’ufficio bancario del 1906 di August Font, ancora in funzione ed occupato attualmente dal gruppo La Caixa.

Lungo i Jardinets, potrai vedere due edifici significativi: la casa Fuster, e appena di fronte la Casa de los Cuatro Bustos.

Casa Fuster è stata l’ultima opera dell’architetto Domènech i Montaner a Barcellona.

Si tratta di una costruzione di aria neogotica con tre facciate di marmo bianco, e una tribuna all’angolo, una soluzione tipica fra quelle adottate da Domènech i Montaner.

L’edificio sarebbe dovuto essere completato con una torre simile a quella esistente nell’Hospital di Sant Pau, ma non fu mai completata.

L’edificio appartiene oggi ad una catena di alberghi di lusso, così come il suo café: il Vienès, che, insieme alla sala da ballo annessa, il Danubio, ha rappresentato per lungo tempo uno dei luoghi privilegiati d’incontro della città.

La stazione della metropolitana della Diagonal (linee 3, 5, con lo scambio sotterraneo per la linea 7) è molto vicina, e da lì si può raggiungere facilmente ogni angolo della città, altrimenti, puoi proseguire lungo il Passeig de Gràcia, a poca distanza puoi trovare casa Milá e Casa Batlló, fino a Plaça de Catalunya.

La Sagrada Familia invece dista circa 2 km da Plaça de Juan Carlos I.

Dove mangiare a Gràcia

Dove mangiare a Gràcia

La Pubilla

Un ristorante posto nel cuore del quartiere Gràcia ha pochissimi tavolini ed è dotato di un arredamento informale, semplice ma – allo stesso tempo – molto curato. Lo staff è altamente qualificato, cordiale e sempre attento alle varie esigenze degli ospiti. Ideale per coppie, famiglie e per chi desidera stare in un luogo tranquillo che trasmette buon umore.

Da non perdere le specialità e i piatti del giorno, con varianti per vegani e vegetariani con un carrello dei dolci molto ricco.

  • Tipo di cucina: pesce, carne, tradizionale spagnola (possibile variante vegana)
  • Prezzi: fascia medio alta
  • Necessaria prenotazione: si
  • Indirizzo e metro più vicina: Placa de la Llbertat 23, Barcellona – Metropolitana Gràcia

Fontana

La Polleria Fontana è un posto spartano, semplice e sembra essersi fermato ad un’altra epoca proprio per via dell’arredamento poco moderno che offre un’atmosfera lontana dall’allegria di Barcellona.

Nonostante questo lo staff è preparato, cordiale e sempre attento, nonchè pronto a trasformare un piccolo spazio in grande. Pochi posti ma ben disposti per la propria privacy, soprattutto se in coppia e se si è in viaggio di nozze; per un gruppo di amici è consigliata la prenotazione in quanto dispone di pochi posti.

  • Tipo di cucina: Tapas differenti soprattutto a base di pollo e formaggio, tortilla, piatti tipici cucina catalana
  • Prezzi: fascia medio alta
  • Necessaria prenotazione: consigliata
  • Indirizzo e metro più vicina: Carrer de Sant Lluís, 9 – Barcellona – Metropolitana Fontana

Gasterea

Un posto tipico, piccolo e tradizionale, dotato di un’atmosfera molto amichevole e contemporanea. Al suo interno non esistono i tavoli ma si mangia direttamente al bancone, serviti dallo staff qualificato. I prezzi sono contenuti ma le porzioni molto grandi, ideali per gruppi di amici o per poter gustare tutti insieme tanti tipi di piatti con le giuste proporzioni. Da non temere una richiesta eventuale di variante sia in caso di intolleranze che in caso di preferenza vegana – vegetariana.

Da non perdere i dolci, tradizionali e fatti a mano, che lo staff propone sempre con grande entusiasmo.

  • Tipo di cucina: Tapas con cucina tradizionale catalana con carne e pesce
  • Prezzi: fascia economica
  • Necessaria prenotazione: si
  • Indirizzo e metro più vicina: Calle Verdi 39 – Barcellona – Metropolitana Joanic

Casa Pages

Un locale tipico e tradizionale, frequentato dalle persone del luogo e meno dai turisti. Piccolo ma ben disposto, si viene accolti dal proprietario all’entrata per poi essere accompagnati direttamente al proprio tavolo, in totale privacy. Staff professionale e preparato, multilingua e pronto a consigliare il piatto del giorno o cosa mangiare a seconda del proprio gusto personale.

Si possono gustare piatti della tradizione serviti a base di pesce e carne freschi, con alcune varianti al fine di accontentare anche chi mangia solo verdure oppure possiede differenti tipologie di intolleranze.

  • Tipo di cucina: tipica catalana con piatti a base di pesce e carne, con varianti su richiesta
  • Prezzi: fascia medio alta
  • Necessaria prenotazione: consigliata
  • Indirizzo e metro più vicina: Carrer de la Libertat, 19 Barcellona – Metropolitana Gràcia

La Panxa del Bisbe

Un luogo nascosto nel cuore di Gràcia che deve essere trovato oppure consigliato. Un’atmosfera familiare ed informale, di medie dimensioni e con tavoli ben disposti. Staff molto attento e simpatico che accompagnano gli ospiti attraverso la scelta del piatto da assaggiare o il migliore della casa.

E’ un ambiente molto piacevole dedicato a coppie, famiglie con bambini oppure gruppi di amici in vacanza che vogliono scoprire dei gusti tradizionali, ideali per ogni palato. Non mancano le varianti in caso di richieste vegetariane – vegane – oppure per celiaci.

Una nota importante è sui dolci serviti in tipico stile Tapas, con assaggi vari sempre ottimi.

  • Tipo di cucina: Tapas tradizionali con carne e pesce oppure piatti tradizionali. Varianti su richiesta.
  • Prezzi: fascia medio alta
  • Necessaria prenotazione: consigliata
  • Indirizzo e metro più vicina: Torrent de Les Flors 158 – Barcellona – Metropolitana Fontana

Mi Gracia

Un delizioso ristorante che offre ai propri ospiti non solo un’atmosfera sofisticata e curata, ma anche un’ottima cucina argentina proposta dai proprietari, ovvero marito e moglie. Coniugi e staff accompagnano i clienti attraverso la scelta migliore di cibi e bevande.

Da non perdere i dolci fatti in casa come da antica tradizione, con gusti particolari tipici della cucina argentina. Molte persone del luogo consigliano ai turisti questo locale proprio per degustare piatti tipici oppure per provare qualcosa di nuovo, innovativo e fatto da mani esperte.

  • Tipo di cucina: argentina
  • Prezzi: fascia medio alta
  • Necessaria prenotazione: consigliata
  • Indirizzo e metro più vicina: Calle Encanarcio, 52 – Barcellona – Metropolitana Gràcia

Mappa del percorso: cosa vedere nel quartiere

Cosa vedere nelle vicinanze

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...
    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.