esposizione del museo Frederic Mares

Il museo Frederic Marès

Scrivi un commento per primo / di Alessandra Sanna / aggiornato: 10 Ottobre 2017

16 Condivisioni

Frutto dell’instancabile lavoro del suo fondatore, lo scultore Frederic Marès, il museo che porta il suo nome raccoglie sia un’importante collezione di scultura, sia un’estesa sezione di oggetti di uso quotidiano del XIX secolo, frutto del lascito proveniente da collezioni private. Frederic Marès convertì la scultura in qualcosa di più di una vocazione artistica, e durante la sua vita raccolse un’estesa collezione di scultura ispanica, dall’antichità fino al XIX secolo, che costituisce la sezione più omogenea del museo. Marès donò anche parte delle opere frutto del proprio lavoro di scultore, esibite nello studio-biblioteca. Oltre alla scultura, il museo dispone di decine di migliaia di oggetti raccolti dal suo fondatore, detto il gabinete del coleccionista, in grado di formare una vera e propria collezione di collezioni: ventagli, pipe, orologi, gioielli, fotografie, giochi, chiavi, flaconi farmaceutici, per la gran parte dell’ottocento, in grado di fornire uno spaccato interessante sulla vita quotidiana dell’epoca.

L’edificio

Il Comune di Barcellona, seguendo la volontà di Marès, si accordò per la costituzione di un museo nel Barri Gótic, aperto nel 1946. La donazione iniziale è solo la prima da parte di Marès, che lavora nel corso degli anni per ampliare la collezione del museo, arricchita inoltre da altre donazioni private, comportando una progressiva espansione della struttura. Come sede del museo si scelse d’impiegare una parte degli edifici del Palacio Reial, il centro del potere dei conti di Barcellona e dei re della corona catalano-aragonese durante il periodo medievale. Il restauro progressivo degli edifici consentì di dotare il museo di un ambiente particolare, situato in una posizione assolutamente privilegiata. Per accedere all’edificio bisogna passare dal patio del Palacio Reial, da Plaça de la Lu, a fianco della Cattedrale. Il patio, ombreggiato da aranci, è uno dei più belli di Barcellona, e meriterebbe da solo una visita. Durante i mesi estivi, nel patio opera un bar, il Café d’Estiu, dove potersi fermare per prendere una birra. Potete trovare delle informazioni più dettagliate in questo articolo.

La collezione di scultura del Museo Marès

Al pianterreno dell’edificio principale è esibita la sezione di scultura antica e medievale fino al XV secolo, fra le numerose opere presenti è da segnalare il rilievo in stile romanico dell’apparizione di Gesù ai suoi discepoli nel mare, attribuito al maestro de Cabestany e proveniente dal monastero benedettino di Sant Pere, a Rodi. Il primo piano invece ospita la scultura dal XV fino al XIX secolo, con un’ottima sezione di arte rinascimentale e barocco castigliano, con esempi di tutte le principali scuole scultoriche spagnole. Oltre alla scultura trovano spazio anche altre forme di espressione artistica, come oreficeria, ebanismo e soprattutto pittura, con una interessante collezione di dipinti su legno medievali.

Gabinete del Coleccionista

Il Gabinete del Coleccionista consente di poter visitare una sezione completamente diversa da quella della scultura, senza dover uscire dall’edificio. Distribuito lungo 17 sale tematiche contenenti ogni sorta di curiosità e antichità, consentono di poter osservare un riflesso della vita e delle abitudini del passato, specialmente del XIX secolo. Il nome delle sale e la distribuzione delle stesse è quella data originalmente da Marès.

Studio-Biblioteca di Frederic Marès

Questo spazio raccoglie un congiunto di opere scultoree di Frederic Marès nella sua biblioteca e studio personale scelte dallo scultore per mostrare le proprie opere al pubblico. Aperto nel 1996, è situato al secondo piano del museo, e raccoglie oltre alle opere anche una serie di oggetti personali di Marès.

Informazioni utili

Il museo è certamente molto più esteso di quanto non sembri a prima vista, per cui ipotizzate un’ora abbondante per visitarlo con cura. Durante il periodo di Pasqua, la fontana presente al centro del patio (dov’è situato il bar) vive il rituale dell’Ou com balla, come la fontana nel chiostro della Cattedrale.

Come arrivare al Frederic Marès

Il museo Marés si trova in Plaça de la Lu, al numero 5, nel Barri Gótic, a pochi passi dalla Cattedrale di Barcellona. Si può raggiungere in metro dalle stazioni di Jaume I (linea 4 gialla), oppure dall stazione di Liceo (linea 3 verde), sulle Ramblas. Con il bus turístic si può scendere alla fermata della linea rossa del Barrio Gótico.

Orari

Il museo è aperto dal martedì al sabato, dalle 10:00 alle 19:00; la domenica e i festivi dalle 11:00 alle 20:00. Il museo è chiuso tutti i lunedì non festivi, così come il primo gennaio, il primo maggio, il 24 giugno e il 25 dicembre. Il Café d’Estiu, situato nel patio del museo, è in funzione da aprile a settembre, dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 22:00.

Biglietti

Il costo del biglietto generale è di 4,20 €. Il biglietto ridotto costa 2,40 €, ne hanno diritto i giovani tra i 16 e i 29 anni e gli anziani con più di 65 anni. I possessori del carnet del bus turístic pagano invece 3,40€. I minori di 16 anni e i possessori della Barcelona Card invece possono entrare gratuitamente. Sono disponibili delle audioguide in inglese, spagnolo e francese, il costo dell’affitto è di 1 €. L’ingresso è gratuito per tutti ogni prima domenica del mese, per tutta la giornata, e le altre domeniche a partire dalle 15:00. In alcune giornate dell’anno il museo apre le proprie porte gratuitamente: il 12 febbraio (santa Eulalia), il 18 maggio (giornata internazionale dei musei), e per la Mercé, il 24 settembre.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.