Consigli per visitare Portaventura in alta stagione

Consigli utili per il parco PortAventura

Scrivi un commento per primo / di Alessandra Sanna / aggiornato: 11 Gennaio 2019

0 Condivisioni

PortAventura è il parco divertimenti più grande in Spagna. Situato a Salou, a circa un’ora da Barcellona, ospiterà nel 2017 anche Ferrari Land, un parco tematico dedicato alla scuderia del Cavallino. Questa guida cerca di offrire alcune informazioni utili su come funziona realmente il parco, e come organizzarsi al meglio per fare un’escursione in estate in un solo giorno. Questa guida completa le informazioni ufficiali, con costi dei biglietti, prezzi degli alberghi e quant’altro, disponibile in questa pagina.

Cosa portare a PortAventura?

Iniziamo dalla parte più semplice, ossia cosa portare (e cosa no) per affrontare al meglio la giornata.

  • Calzature: ci sarà parecchio da camminare, quindi è essenziale avere delle calzature comode. Ora, le scarpe da ginnastica sarebbero l’ideale, però con il caldo non è una grande scelta. Meglio portare scarpe aperte con una qualche chiusura: personalmente mi sono trovato molto bene con delle scarpe da scoglio (si trovano al Decathlon a pochi euro). C’è chi va con le infradito, però prima di salire sulle montagne russe ve le faranno lasciare in dei depositi dedicati, in quanto tendono a cadere, e non è facile recuperarle dopo.
  • Vestiti: essenziale roba leggera e comoda, che possa asciugarsi in fretta. Il clima è da spiaggia e si può andare tranquillamente in costume, per alcune attrazioni come Angkor o Tutuki è caldamente raccomandato. Le donne però devono mettersi una maglietta sopra il bikini se salgono sulle montagne russe. Berretti e occhiali da sole sono molto consigliati.
  • Crema solare: portatene tanta. Prenderete un sacco di sole facendo le code, meglio evitare ustioni.
  • Acqua e viveri: portare bevande e cibo nel parco è sempre stato proibito, però fino a qualche anno fa i controlli erano inesistenti, mentre adesso controllano tutti gli zaini. Ora si può portare solo cibo per i neonati. Fate una bella colazione, perché mangiare nel parco è caro.
  • Zaino: uno abbastanza grande da poter mettere tutto dentro, però che si possa mettere sul davanti quando salite sulle attrazioni. Portatevi una busta di plastica grande per poterci mettere lo zaino dentro, ed evitare che si bagni quando andate sulle attrazioni dove potete bagnarvi, come il Tutuki Splash.
  • Soldi e carte: gli ATM all’interno del parco si trovano vicino a tutti i bagni. Indipendentemente dalla vostra banca, verrà fatta pagare una commissione che può essere molto alta, per cui conviene ritirare il denaro prima di entrare nel parco, oppure usare direttamente la carta per i pagamenti, visto che viene accettata praticamente ovunque.

Ingressi e biglietti per PortAventura

PortAventura apre alle 10:00, vi conviene arrivare circa mezz’ora prima dell’apertura se dovete prendere i biglietti sul momento.
In sostanza a PortAventura ci sono due tipi di biglietto:

  • il biglietto d’ingresso vero e proprio, che consente di poter entrare all’interno del parco e fare le code normali per tutte le attrazioni;
  • il Pass Express, da pagare a parte, e che consente di poter salire una sola volta sulle attrazioni principali facendo una coda preferenziale molto più rapida. Esiste anche il Pass Express VIP, che permette di salire sulle attrazioni quante volte si vuole: ovviamente costa di più. Entrambi i Pass Express sono venduti in versione Max, che consente di mettersi in prima fila sulle montagne russe.

Dato che siete in alta stagione – e per alta stagione intendo luglio e agosto – se volete fare il giro di tutte le attrazioni almeno una volta e il parco è pieno allora il Pass Express è essenziale. Non è che con quest’ultimo non si fa coda, però il tempo di attesa si riduce da un’ora a 10 minuti.

Il mio consiglio è di comprare il biglietto normale per entrare e vedere com’è la situazione: se le file sono lunghe allora comprate il Pass Express in uno dei numerosi chioschi all’interno del parco, tanto il prezzo è sempre lo stesso. Consultate i prezzi aggiornati dei vari biglietti.

Un trucco: se volete risparmiare un po’ di fila, passate le biglietterie e cercate il locale delle informazioni, si trova nella piazzetta a destra di fronte all’entrata del parco, dove fanno il controllo dei biglietti. Inventatevi qualche domanda e poi comprate lì il biglietto d’ingresso.

Sconti e riduzioni

Per quanto riguarda il biglietto d’ingresso si può approfittare di diversi sconti: alcuni sono disponibili online, altri si trovano in vari prodotti. Alcuni li ho trovati in determinate promozioni cono alcuni prodotti: pacchi di 6 lattine del Nestea, al Mc Donald, all’interno del pacco da 6 bottiglie del Cacaolat, della birra Estrella Damm, dei lecca lecca Chupa Chups. Conviene andare già preparati, però se non trovate nulla potete provare a recuperarne qualcuno nei parcheggi, o addirittura in coda per le biglietterie: ci sono dei venditori abusivi, tipo bagarino allo stadio, che offrono sconti vari.

Qualche anno fa si poteva comprare l’offerta 2×1 intorno a 12-16 €, però è un tipo di promozione che ultimamente non è stata rinnovata. Per completezza, devo aggiungere che in un paio d’occasioni ho visto dei turisti prendere sonore fregature, quindi se lo fate è a vostro rischio. Per quanto riguarda eventuali offerte online – certamente più sicure – se ne troviamo le posteremo di volta in volta nella pagina generale su PortAventura.

Ci sono 2 offerte costanti: una è con la Barcelona Card, con cui si può avere uno sconto del 20% sul biglietto d’ingresso. Ha senso solo nel caso in cui decidete di andare a PortAventura all’ultimo secondo e avete già fatto la Barcelona Card; l’altra, più conveniente, è con la Renfe – la società dei treni spagnola – che offre un ingresso e il biglietto a/r da Barcellona per soli 45 €.

Risparmiare a PortAventura

Diciamoci la verità, PortAventura è caro, soprattutto se andate e tornate in un giorno solo. Per fare un’idea dei costi, una bottiglietta d’acqua costa 1,80 €, una Coca-Cola piccola 2,50 € e i vari gadget – come souvenir e foto ricordo – hanno prezzi esagerati: 7,50 € per una foto ricordo fatta sull’attrazione, 14,90 € per il video dello Shambhala, 19,90 € per la maglietta ricordo. Il mio suggerimento è di lasciar perdere tutti i gadget, fare una colazione abbondante e cercare qualche promozione.

Lasciate perdere i ristoranti, hanno una fama quantomeno sinistra, e prendete dei panini nei chioschi, spenderete molto di meno. Certo, se ve lo potete permettere, la cosa migliore sarebbe rimanere a dormire in uno degli hotel del parco: c’è la piscina, l’ingresso al parco è incluso in quello dell’alloggio, e potete visitare tutto in 2 giorni, facendo ad esempio un salto al Ferrari Land – o al parco acquatico – con molta più calma.

Quando andare a PortAventura?

In estate, quando le scuole sono chiuse, i giorni migliori per andare a PortAventura sono quelli del fine settimana: venerdì, sabato, e soprattutto la domenica. Le file sono più corte, con minori tempi d’attesa. Quando la giornata è nuvolosa è perfetto: c’è molta meno gente e non vi cuocete al sole, ma attenzione: se c’è molto vento alcune attrazioni rimangono chiuse.

Una volta riaperte le scuole la situazione si capovolge, quindi tende ad essere molto affollato nei fine settimana e più libero durante gli altri giorni. Prestate particolare attenzione ai ponti (24 giugno, 11 e 23 settembre, 12 ottobre): sono tutti da bollino nero e vanno evitati come la peste.

Ci sono pro e contro per andare in alta e bassa stagione: è vero che in alta stagione c’è più gente, però è anche vero che il parco chiude più tardi – a mezzanotte – per cui c’è più tempo a disposizione. In bassa stagione c’è meno gente, però se beccate la giornata di pioggia potete solo assistere agli spettacoli: non è poco, ma non state andando a PortAventura solo per quello.

Dentro il Parco: strategia migliore per le attrazioni

Ricapitolando, il Pass Express permette di salire su una serie di attrazioni – le migliori – facendo una fila dedicata. Con il Pass Express si può passare per la fila speciale una sola volta, e poi vi tocca fare la coda normale; con l’Express VIP si ha sempre diritto a fare la coda rapida.

  • Appena entrati vedrete dei pannelli elettronici con la durata delle varie code per le attrazioni più gettonate, più o meno quelle dov’è richiesto il Pass Express. Se Furius Baco ha una fila breve (meno di 20 minuti), allora entrate e fate la coda normale, altrimenti proseguite.
  • Una volta dentro il parco il mio consiglio è di andare direttamente a China, per mettervi subito in coda per Shambhala e Dragon Khan. Se la coda è maggiore di 30 minuti, usate il Pass Express, altrimenti fate la coda normale.
  • A questo punto potete andare verso Angkor, e iniziare a bagnarvi, oppure proseguire verso Mexico e fare la coda per l’Hurakan Condor (non c’è una coda dedicata con il Pass Express, quindi servirà un po’ di tempo).
  • Qualsiasi sia la scelta fatta, proseguite con le attrazioni vicine: il parco è grande e si perde molto tempo per andare da un capo all’altro.
  • Vicino a ogni attrazione dov’è richiesta un’altezza minima ci sono segnali graduati per misurare l’altezza dei più piccoli. I bambini sono più bassi della misura minima? Non perdete tempo a fare la fila, perché non li faranno passare. È una questione di sicurezza, punto.
  • Se andate con bambini più piccoli (meno di 110 cm d’altezza), tenete conto che la maggior parte delle attrazioni dedicate a loro si trova nell’area di Sésamo Aventura: qui le code sono tutte normali, quindi il Pass Express non serve.
  • Per mangiare, nell’area di Far West ci sono alcune fra le opzioni più economiche del parco: un chioschetto di Hot Dog e un fast-food che si chiama Stampida Chicken.
  • Dopo pranzo non buttatevi immediatamente su qualche attrazione, ma fermatevi a guardare uno dei numerosi spettacoli, in modo da darvi un po’ di riposo.
  • Lo spettacolo dei fuochi d’artificio a mezzanotte è bello, ma se siete in auto e andate via mezzora prima, vi risparmiate un po’ di traffico all’uscita dal parcheggio.

In conclusione, preparatevi ad una giornata lunga ma emozionante, e non preoccupatevi troppo. Il parco è grande, ci sono molte cose da fare, e il divertimento sarà assicurato.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.