MUHBA Museo di storia di Barcellona

Il Museo di storia di Barcellona (MUHBA)

Scrivi un commento per primo / di Alessandra Sanna / aggiornato: 10 Ottobre 2017

27 Condivisioni

Il Museo di Storia di Barcellona, conosciuto come MUHBA (dal catalano museu d’història de Barcelona) è un complesso museale incentrato sulla storia della città di Barcellona, che gestisce diversi monumenti ed edifici storici sparsi per la città, con la sede principale nel complesso di Plaça del Rei, nel barri gòtic. Altre strutture secondarie, sparse sempre nel barri gòtic, oppure negli altri quartieri della città, furono incluse successivamente sotto la responsabilità del museo, offrendo un ampio spaccato sulla storia millenaria della città di Barcellona.

Complesso di Plaça del Rei

Il complesso monumentale di Plaça del Rei è il nucleo più importante del MUHBA, dalla sua creazione nel 1943. Il museo nacque in seguito alla traslazione di Casa Padellàs, avvenuta nel 1931, quando, con motivo dell’apertura della Via Laietana, si decise di smontare e ricostruire l’antico edificio pietra su pietra, dal Carrer Mercaders fino a Plaça del Rei.

Le opere di ricostruzione del palazzo in Plaça del Rei permisero di scoprire importanti resti dell’antica Barcino romana, e diedero luogo ad un ambizioso intervento archeologico nella piazza. Questo ritrovamento, insieme alla riabilitazione del Salón del Tinell (occupato fino al 1936 dalle suore del convento di Santa Agata) permisero di poter disporre di un’occasione unica per poter costruire il museo.

I resti inclusi nel congiunto monumentale di Plaça del Rei si estendono dall’antica Barcino romana del I secolo a.C., fino alla Barchinona di epoca visigota del VII secolo d.C., e alla Barcellona medievale del XIII secolo. Con un’estensione di 4000 mq di scavi, il complesso di Plaça del Rei offre uno spaccato unico su un periodo molto vasto della storia cittadina, perfettamente integrato nel centro della città.

Gli edifici medievali del Palacio Real, la cappella di Santa Agata e il palazzo gotico di Casa Padellàs, completano il quadro storico fino ad epoche più recenti. Le esposizioni temporanee sono tenute all’interno di Casa Padellàs.

MUHBA – El Call

Vicino alla cattedrale di Santa Eulalia inaugurato nel marzo del 2015, il centro di El Call è il miglior punto di partenza per scoprire come viveva la comunità ebraica di Barcellona durante l’epoca medievale. El Call è il nome dell’antico quartiere ebraico di Barcellona, segno di una lunga presenza nella ciudad condal, con un ruolo molto attivo nella comunità urbana del medioevo.

La struttura stessa del quartiere conserva lo stesso tracciato delle strade, ed è ancora esistente un’ampia documentazione negli archivi cittadini. La sede del museo è situata nella antica casa di Yusef Bonhiac, tessitore, con una collezione storico-artistica in grado di spiegare il ruolo degli ebrei nella storia cittadina e lo splendore del loro lascito culturale, sopravvissuto fino al giorno d’oggi.

MUHBA-El Call
MUHBA-El Call

Il tempio di Augusto

Situato fra la Cattedrale di Santa Eulalia e Plaça del Rei, i resti dell’antico tempio di Augusto costituirono probabilmente la parte centrale del foro. Crollato nel corso del tempo, nel XIX secolo furono scoperte tre colonne, che furono riposizionate. Una quarta colonna si trovava esposta in Plaça del Rei, e fu unita alle altre nel 1956. È probabile che la costruzione del tempio sia datata al regno di Tiberio, che instituì il culto ad Augusto.

MUHBA – Park Güell

Antoni Gaudí, per incarico di Eusebi Güell, progettò un’urbanizzazione privata che si convertì in uno dei migliori spazi pubblici della città, il Parc Güell. La portineria (in catalano Casa del Guarda), situata nell’accesso al congiunto, era la casa privata ideata e progettata da Gaudí come abitazione del portinaio. La casa è oggi utilizzata per esporre un percorso didattico su Güell, Gaudí e Barcellona, per spiegare la Barcellona durante il modernismo.

Via sepolcrale romana

La via sepolcrale romana si trova nell’attuale Plaça de la Vila de Madrid, e corrisponde ad un accesso secondario all’antica Barcino, con diverse tombe datate fra il I e il III secolo d.C., Con lo sviluppo della città medievale, sullo stesso luogo sorse nel 1588 il convento delle carmelitane scalze. Gravemente danneggiato dai bombardamenti nazionalisti durante la guerra civile spagnola, il convento fu traslato negli anni ’40 del ‘900. Durante la rimodellazione della piazza fu possibile scoprire i resti di questa necropoli, oggi usufruibile insieme al vicino centro educativo, dove è possibile vedere gli oggetti ritrovati nel sito archeologico, con spiegazioni riguardanti la struttura della Barcino romana.

Antica fabbrica Oliva Artés

Situato nel quartiere di Poblenou, il centro Oliva Artés è un’antica fabbrica restaurata per ospitare la sezione contemporanea del MUHBA, con l’esposizione permanente Interrogare Barcellona. Dall’industrializzazione al XXI secolo. Oltre all’esposizione permanente, la sezione di Poblenou ospita una sezione temporanea, riguardante sempre il periodo contemporaneo di Barcellona.

Informazioni utili

Come arrivare

La sede principale del MUHBA è situata in Plaça del Rei, nel Barri Gòtic (metro Jaume I, linea 4, autobus 120, V17 e 45, oppure linea rossa del Bus Turístic). I centri di El Call, il tempio di Augusto e la Via sepolcrale romana sono raggiungibili in pochi minuti a piedi da Plaça del Rei. Il Park Güell è raggiungibile con la metro, alle fermate di Lesseps o Vallcarca (entrambe sulla linea 3), con il Bus turístic (linea verde, fermata parc Güell), o il Barcelona city tour (linea azzurra, fermata parc Güell). Il Centro Oliva Artés si trova in Carrer de l’Espronceda, 142, raggiungibile tramite la metro dalle stazioni di Selva de Mar (linea 4) o Glories (linea 1).

Orari

  • Plaça del Rei: da martedì al sabato dalle 10:00 alle 19:00. Domenica dalle 10:00 alle 20:00. Chiuso i lunedì.
  • El Call: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 11:00 alle 14:00; sabato e domenica dalle 11:00 alle 19:00. Chiuso i martedì e i giovedì.
  • Tempio di Augusto: il lunedì dalle 10:00 alle 14:00; dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 19:00; la domenica dalle 10:00 alle 20:00.
  • Via sepolcrale romana: il martedì e il giovedì dalle 11:00 alle 14:00; sabato e domenica dalle 11:00 alle 19:00. Chiuso i lunedì, mercoledì e venerdì.
  • MUHBA Park Güell: gli orari dipendono dall’apertura del Park Güell.
  • Oliva Artés: apertura al pubblico il mercoledì dalle 10:00 alle 14:00, il sabato e la domenica dalle 11:00 alle 15:00 e poi dalle 16:00 alle 18:00. Negli altri giorni l’ingresso è consentito ai gruppi con prenotazione in anticipo.

Tutte le strutture del MUHBA, ad eccezione del MUHBA Park Güell, rimangono chiuse il primo gennaio, il primo maggio, il 24 giugno e il 25 dicembre.
L’accesso ad alcune delle strutture che fanno parte del MUHBA, come il rifugio 307, la Domus di Sant Honorat, la Domus d’Avinyó e la Casa dell’Aigua, sono possibili solo a gruppi che abbiano effettuato la prenotazione in anticipo.

Biglietti

Acquista i biglietti dal sito ufficiale

Il biglietto per l’ingresso a tutte le sedi del MUHBA è unico: costa 7 euro (scontato se acquistato online) per gli adulti, ridotti a 5 euro per i minori di 29 anni e i maggiori di 65. Tutte le domeniche, a partire dalle 15:00, l’ingresso in ogni sede è gratuito, ad eccezione del MUHBA Park Güell, costituito dalla casa del portinaio. La prima domenica del mese, l’ingresso è gratuito durante tutta la giornata, ad eccezione del Refugi 307 e del MUHBA Park Güell. I possessori della Barcelona Card e i minori di 16 anni hanno diritto all’ingresso gratuito. Presentando il biglietto del Park Güell si ha diritto ad uno sconto del 50% sull’ingresso.

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.